branding - come scegliere il nome
Creare il proprio brand – come scegliere il nome
27-01-2016
World languages
Come utilizzare domini e url dedicati per i siti multilingue
23-03-2016
Mostra tutto

La truffa di EU Business Register

EU Business Register truffa

Ci risiamo: dopo un periodo di silenzio, il fantomatico EU Business Register torna alla riscossa con l'ennesimo tentativo di truffa via posta elettronica.

L'email, che viene inviata agli intestatari dei domini, propone l'iscrizione a un "Registro online delle aziende europee". Questo servizio, che a loro dire sarebbe ben indicizzato e consentirebbe alle aziende di venire trovate e avere maggiore visibilità in tutta Europa, gode in realtà di una cattiva reputazione e in Internet si trovano parecchi articoli che vi si riferiscono senza mezzi termini parlando di truffa (cercando "EU Business Register" in Google la prima parola che viene suggerita è "scam", inganno).

From: EU Business Register <register@eu-reg.net>
Subject: Business Register 2016/2017

Hello,

In order to have your company inserted in the EU Business Register for 2016/2017, please print, complete and submit the attached form (PDF file) to the following address:

EU BUSINESS REGISTER
P.O. BOX 34
3700 AA ZEIST
THE NETHERLANDS

Fax: +31 30 310 0126

You can also attach the completed form in a reply to this email.

Updating is free of charge!

Nonostante sul loro sito web si legga "EU Business Services Limited and the EU Business Register are not related to any organization or institution of the European Union or Commission", vengono utilizzati diversi stratagemmi per trarre l'utente in inganno:

  • l'utilizzo delle parole EU e REGISTER: che sia Registry, Registrar, Registrant o Register, per chi non è del settore suonerà sempre come qualcosa di legato ai domini (il Registro dei domini .eu, facilmente);
  • il logo richiama quello delle istituzioni europee, con 12 stellette in cerchio;
  • l'email del mittente register@reg-eu.net fa pensare a un registro europeo;
  • l'oggetto dell'email "Business Register 2016/2017" dà l'idea si tratti di un canone annuo, come avviene appunto per il rinnovo dei domini.

Poco importa che leggendo con attenzione l'email e il pdf allegato si capisca non ci si riferisce al rinnovo del dominio ma all'iscrizione al loro registro online. Poco importa si chieda di inviare il documento a un numero di fax o a una cassetta postale olandesi mentre l'indirizzo dell'azienda risulta nelle Indie Occidentali (le Antille), cosa che dovrebbe far sorgere qualche dubbio sulla possibilità che un Registro Europeo possa avere sede nei Caraibi.
Se a distanza di anni queste email continuano a circolare, probabilmente sui grandi numeri qualche sprovveduto che ci casca (e paga) c'è.

Il sistema non è nuovo, già in passato ci sono stati episodi simili come quello del Registro Italiano in Internet per le imprese che usava un logo simile a quello della vecchia SIP e aveva addirittura costretto il Registro .it a diramare un comunicato per mettere in guardia dalla truffa. Nel 2009 invece il caso di Pagine .it è salito alla ribalta della cronaca per un servizio della trasmissione Le Iene, a seguito del quale venne avviata un'indagine da parte della Polizia Postale (qui la cronistoria di quanto accaduto).

17 Comments

  1. Siamo a giugno 2017 e ho ricevuto la mail giusto oggi. In realtà non pensavo al dominio, ma ad una iscrizione ad una rete europee di imprese (sono in una startup e avevamo avuto qualche legame con cose di questo tipo, tipo la EEN). Il PDF mi sembrava proprio deputato a quello… meno male che non mi sono fidato al 100% e ho cercato in rete, trovando questo sito. Grazie per il post, molto informativo!

  2. M ha detto:

    Buongiorno,
    purtroppo in azienda si è stati tratti in inganno ed il pdf è stato compilato e spedito.
    Da allora abbiamo ricevuto la fattura ed i relativi reminder di pagamento puntualmente ignorati.
    Come possiamo risolvere la cosa?

    Grazie.

    • nomeasy Staff ha detto:

      Purtroppo non possiamo dare indicazioni precise. In questi casi il consiglio è sempre quello di rivolgersi a un legale (che si intenda della materia) in modo da verificare attentamente il contratto stipulato. Nel frattempo, trattandosi di un contratto fatto firmare con metodi diciamo poco ortodossi, considererei con attenzione se saldare la fattura con ordinaria sollecitudine oppure attendere di avere una situazione più chiara prima di procedere. Pagare una fattura è in qualche modo un’ulteriore conferma della vostra volontà di aderire al servizio e prova dell’accettazione del contratto firmato con loro, potrebbe quindi peggiorare la vostra situazione. Ma si badi bene che la nostra non vuol essere un’indicazione a non saldare una fattura emessa nei vostri confronti, cosa che non possiamo suggerire di fare!

    • Anonimo ha detto:

      Anche io sono nella stessa situazione. Voi come vi siete mossi? Grazie

    • Stefano ha detto:

      Ciao, purtroppo ci sono cascato come un pirla anch’io. Siamo a maggio 2018. Come è andata a finire per te? Ciao, avete ignorato le richieste di pagamento e poi?

      Grazie per l’aiuto.

  3. Nicola ha detto:

    Anche noi siamo nella stessa situazione. Stessa cosa ma se si tratta di una truffa sarebbe possibile sapere come potersi difendere? Se alla fine si tratta di una truffa ma bisogna pagare un avvocato che senso ha?

    • Anonimo ha detto:

      Nicola infatti non ha senso! Io oggi ho scritto alla polizia postale per capire come meglio muovermi, magari loro già ne sono a conoscenza. Vediamo cosa dicono 🙁

  4. Anonimo ha detto:

    Stessa situazione a noi.

  5. Loredana ha detto:

    Siamo a febbraio 2018 e questa mail continua a girare, molte volte l’ho ricevuta e sempre ignorata, oggi ero quasi tentata ma ho preferito accertarmi sul web dell’esistenza di un Registro europero simile: trovo invece conferma che si tatta di una truffa! Grazie.

    • nomeasy Staff ha detto:

      Loredana, fa piacere che l’articolo ti sia tornato utile. Purtroppo chi fa questo genere di operazioni studia continuamente sistemi più sofisticati per trarre in inganno l’ignaro utente, che si trova suo malgrado costretto a gestire questo genere di problematiche che una volta erano riservate ai soli addetti ai lavori. Dalla nostra “posizione privilegiata” di osservatori delle problematiche legate al mondo dei domini continueremo a monitorare la situazione, segnalando ulteriori messaggi che potrebbero trarre in inganno.

  6. Anonimo ha detto:

    Grazie a questa segnalazione non ho compilato ma ci sono andata vicino. Per fortuna ho letto in piccolo le note dove si parla di un pagamento di 995€ all’anno (ovviamente scritto in minuscolo e con caratteri tutti appiccicati) Queste modalità ingannevoli dovrebbero essere segnalate e la qualcuno dovrebbe prendere provvedimenti contro questi furbetti. Non c’è un diritto di recesso entro il quale le persone possono annullare la sottoscrizione del contratto? Era successa la stessa cosa a mia sorella (soggetto diverso ma modalità ingannevoli simili) che, dopo aver fatto scrivere un’email all’avvocato che diceva loro che si trattava di atteggiamento ingannevole, non ha più pagato. E loro hanno smesso di chiedere il pagamento.

  7. Massimiliano ha detto:

    Grazie per questo articolo è molto importante che ci siano persone come voi che ci mettono in guardia da queste truffe, anche io volevo compilare il modulo ma per fortuna ho trovato questo articolo quindi grazie mille !!!!

  8. Anonimo ha detto:

    Questa società è già stata condannata dall’Authority Italiana al pagamento di una sanzione di 500.00,00 euro
    PS10609 – SEO MARKETING
    Provvedimento n. 26608
    L’AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO
    NELLA SUA ADUNANZA del 4 maggio 2017

    • nomeasy Staff ha detto:

      Grazie per il tuo contributo, questo post e il documento che indichi più sotto chiariscono in via ufficiale quanto accaduto e possono far sperare che si possa mettere la parola fine a questa brutta storia. Magari il responsabile non pagherà la multa, ma dovrebbe essere una scocciatura sufficiente a convincerlo a desistere dal proseguire su questa strada. Anche se casi simili dimostrano che chi viene beccato spesso sparisce per ripresentarsi dopo un po’ sotto altre spoglie.

  9. Anonimo ha detto:

    Grazie per le info. Dubitavo fosse qualcosa di losco e voi me lo confermate. Mi è arrivata sull’indirizzo mail pubblicato su articoli che scrivo per Ibiza Formentera. Il tipo o la tipa sarà andato là in vacanza!
    Buona continuazione e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: