La Cookie Law spiegata dai Registrar
09-07-2015
new TLDs
Nuove estensioni di dominio supportate – settembre 2015
18-09-2015
Mostra tutto

La curiosa storia del dominio iPhone.com

Apple - The Internet Phone Company

Nota

Il presente articolo è stato pubblicato inizialmente da Burnotice.it.
Purtroppo al momento il sito non è funzionante (il dominio stesso risulta in fase di cancellazione) e, pur volendo riconoscere la paternità dell'articolo, al momento non vi è modo di condividerlo se non copiandolo in questo blog nella sua interezza.

 

Anche se datata 2007, questa è una storia che merita di essere raccontata.

Un signore di nome Michael Kovatch diciannove anni fa, nel 1995, aveva registrato il dominio iPhone.com per costruire una società intorno ad esso. L’intenzione era quella di creare una società che offrisse la possibilità di effettuare telefonate attraverso internet. Kovatch pagava circa 50 euro l’anno per mantenere il suo dominio e la moglie diceva infatti che era pazzo.
Kovatch aveva infatti registrato iPhone.com come “casa” del suo store online dedicato alla telefonia e chiamato “The Internet Phone Company”.


IL DOMINIO IPHONE.COM

Poi nel 2007, arrivò l’iPhone lanciato da Apple.
Infatti nel gennaio del 2007 Apple decide di utilizzare proprio la parola iPhone per denominare il suo rivoluzionario telefono.
Lo store di Kovatch, in termine di visite e vendite, non andava bene ma da gennaio 2007 cominciò a ricevere un sacco di visite in più, oltre a qualche pressione da parte di Apple per vendere il dominio..

Si avvicina il giugno 2007 e le pressioni si fanno sempre più forti e alla fine poco prima della data di arrivo del telefono nei negozi Apple fa partire l’offertona a sette cifre per l’acquisto del dominio.
Kovatch ed il suo legale avevano infatti pensato di non cederlo e di andare avanti per la loro strada, ma la casa di Cupertino li convinse staccandogli un assegno record da un milione di dollari.
E’ stata solo una questione di fortuna il fatto che Apple avesse scelto come nome dei suoi rivoluzionari apparecchi proprio la parola iPhone.
In effetti, come riporta AppleInsider, ora il dominio è di proprietà Apple. Un bel colpo di fortuna per il signor Kovatch; sicuramente se si fosse trattato di una persona che avesse registrato il dominio al solo scopo di spillare soldi al colosso della Mela, Apple avrebbe mandato i suoi avvocati invece di una valigetta ricolma di soldi, come insegna chi ha provato, ai tempi, a registrare il dominio yahoo.it.

(ARTICOLO TRATTO DA BURNOTICE.IT)

 

The Internet Phone Company, marchio che eroga servizi voip di Nuvio, è tutt'ora in attività.
E' curioso notare come la sua linea di prodotti ruoti ancora oggi attorno al "1iPhone", dispositivo LinkSys con funzioni di adattatore per telefonia voip: il fattore di forma potrà piacere o meno, ma il vero ostacolo da superare affinché possa affermarsi come degno concorrente del melafonino sono quel paio di cavi di alimentazione e di rete da dover tenere sempre collegati (prolunghe non incluse). ;-)

Rispondi